Casoria toponimo & caratteristiche territoriali.
AAAA0020.JPG

Il nome di Casoria viene citato per la prima volta in un documento di Cronaca, sul ducato di Capua. Il nome è legato a diverse tradizioni popolari: alcuni studiosi affermano che il nome deriva da “Casaurea”, che poi ha definito anche lo stemma di Casoria intorno all’800. Altri studiosi invece affermano che il nome di Casoria sia derivante dal fatto che prima quest’antica cittadina fosse un bordello, e quindi il nome potesse derivare proprio dall’antica parola greca. Questo nome potrebbe anche provenire dal latino casarius (capanna). Un ‘ altra derivazione di questo nome può essere ricercata nell’espressione Casa Mauri, ovvero casa di San Mauro, che è il patrono della città di Casoria attualmente. Casoria è un territorio di prevalenza vulcanica, infatti il terreno è formato da depositi di origine vulcanica, consolidati poi nel tempo con strati di lapillo. Il territorio è disposto ai margini della pianura Campana, ma è anche nelle immediate vicinanze del sistema collinare di Napoli. Le strade di Casoria, collegavano Napoli ad importanti insediamenti, regionali ed extraregionali. Il complesso territorio metropolitano di Casoria ha un aspetto storicamente consolidato, che si è continuamente arricchito di elementi ormai fondamentali. Molte vie e strade di Casoria si collegano rispettivamente con diversi territori confinanti. La grande presenza a quei tempi di case rurali e masserie, rappresenta un paesaggio storicamente agricolo. Successivamente negli anni 50, questo territorio ancora agricolo, si modifica diventando un territorio più urbanizzato. Da queste osservazioni si capisce come è importante salvaguardare il territorio che presenta ancora tratti dell’edilizia rurale.

AAAA0021.JPG
Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License